Follow by Email

vendredi 11 mai 2018

AMORIS. POLONIA SEMPER FIDELIS: 145MILA FIRME IN POCHE SETTIMANE IN DIFESA DEL MATRIMONIO INDISSOLUBILE

AMORIS. POLONIA SEMPER FIDELIS: 145MILA FIRME IN POCHE SETTIMANE IN DIFESA DEL MATRIMONIO INDISSOLUBILE. : STILUM CURIAE

AMORIS. POLONIA SEMPER FIDELIS: 145MILA FIRME IN POCHE SETTIMANE IN DIFESA DEL MATRIMONIO INDISSOLUBILE.

--

Marco Tosatti

"Polonia Semper Fidelis", una campagna iniziata dai laici, si è rivelata un grande successo organizzativo. Potete leggere i dettagli in questo servizio in inglese.

In breve: un appello a difendere l'indissolubilità del matrimonio ha raccolto oltre cento quarantacinquemila firme. E tutte le lettere così raccolte sono state consegnate agli uffici della Conferenza Episcopale polacca. Sono stati i rappresentanti dell'Istituto Padre Piotr Skarga a occuparsi della consegna avvenuta nel corso della campagna Polonia Semper Fidelis. La campagna consisteva nella richiesta filiale del popolo di Dio ai suoi pastori affinché li confermassero nel restare nell'insegnamento della Chiesa sull'indissolubilità del matrimonio.

I pacchi contenenti le lettere di appoggio sono state consegnate a dom Przemyslaw Drag, direttore del Centro Nazionale per la Cura Pastorale delle Famiglie della Conferenza Episcopale polacca.

Padre Drag ha espresso la sua gratitudine all'Istituto Padre Piotr Skarga per l'iniziativa, e ai firmatari per la partecipazione nella campagna. Ha sottolineato: "Penso che questo sia tremendamente importanti in questi giorni, in cui ci sono stati tentativi di interpretare in vari modi il testo del Papa sulla Santa Comunione per le persone che vivono in una nuova relazione dopo la rottura del loro matrimonio sacramentale".

La mobilizzazione dei laici nella Chiesa di Polonia, il loro coinvolgimento consapevole nella vita della Chiesa, la pubblica espressione di fede e l'appoggio per i Pastori in connessione con la campagna è stato molto apprezzato. "In questo modo, questa comunità di fedeli – laici e Patosir – si sente più unita e incoraggiata. Queste firme hanno il loro peso, e lo sento sulle mie mani", ha detto padre Drag.

Ha poi aggiunto che la voce dei laici cattolici certamente si diffonderà nel mondo. Perché ciò dimostra che la Polonia non ha vergogna delle sue radici cristiane, che i polacchi vogliono vivere nella famiglia e nel matrimonio in accordo con l'insegnamento della Chiesa. L'iniziativa di Polonia Semper Fidelis è nata dalle notizie giunte da occidente che sembravano mettere in pericolo in alcuni Paesi e situazioni l'insegnamento bimillenario della Chiesa sull'indissolubilità del sacramento del matrimonio. È stato chiarito che "La campagna non è un modo di esercitare qualche forma di pressione, o di forzare l'opinione dei vescovi, ma una richiesta filiale. Una richiesta fatta dai figli ai loro genitori, ai loro padri, affinché difendano il matrimonio sacramentale e la famiglia cattolica. Speriamo questo. E questo è anche ciò che i cattolici al di fuori della Polonia aspettano; riceviamo molte voci di speranza che i nostri Pastori  daranno testimonianza in risposta a disegni sull'istituto sacro del matrimonio e a fronte di un massiccio attacco alla famiglia". Così Slawomir Skiba, membro del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto Padre Piotr Skarga. Questo appoggio è particolarmente perché l'episcopato polacco sta ancora lavorando sull'interpretazione dell'esortazione apostolica Amoris Laetitia. I fedeli credono che i Pastori polacchi non cederanno alla moda modernista e si rifiuteranno di accettare l'ammissione delle persone divorziate e che vivono una nuova relazione alla Santa Comunione. È interessante notare che la maggior parte delle firme e dei documenti di appoggio ai vescovi sono stati raccolti tramite la posta tradizionale, e in poche settimane. Questo è un piccolo ma tangibile campione del potere che esiste nella Chiesa polacca. "Come discepoli di Giovanni Paolo II i vescovi certamente sentono una responsabilità particolare per il futuro della Chiesa, per la sua santità, la permanenza del suo insegnamento e la sua universalità".

I vescovi polacchi d'altronde nel corso dei due Sinodi sulla Famiglia si schierarono con chiarezza e coraggio a difesa dell'insegnamento bimillenario della Chiesa, ribadito con forza e chiarezza da Giovanni Paolo II e da Benedetto XVI. E i fedeli polacchi – e non solo loro – si attendono che i vescovi confermino la loro fedeltà.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su "La Stampa".  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L'articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti "scomodi" in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482